libri

Pagina dopo pagina

Vi siete mai chiesti cosa c’è dopo la morte? O meglio, dopo la vita? Probabilmente sì. Ma se non si approdasse subito alla morte, e nel mezzo ci fosse una sorta di limbo? Questo, forse, non ve lo siete mai immaginati. Di certo non lo aveva fatto Nora, che della vita non voleva più saperne e che voleva solo andare oltre, sperando che quell’oltre fosse il nulla che le avrebbe consentito di sparire per sempre. Nessuno avrebbe sentito la sua mancanza, sarebbero stati meglio senza di lei. Non aveva previsto che a dividerla da quell’ultimo desiderio ci sarebbe stata una biblioteca.

Continua a leggere “Pagina dopo pagina”
libri

Voci e persone

Kandinskij amava molto un proverbio, “Ieri ha fatto azzurro”, una frase di origine medievale. Allora, nei giorni di festa, gli artigiani potevano uscire dalle botteghe, ed era l’unico momento in cui potevano vedere il cielo. A rivelarlo a Galla, la protagonista di Oggi faccio azzurro di Daria Bignardi (Mondadori, 2020), è Gabriele Münter, compagna del pittore per molti, molti anni, prima che lui la lasciasse.

Continua a leggere “Voci e persone”
libri

Frammenti di cristallo

Elf ha un pianoforte di cristallo nel petto. È pesante proprio come uno vero, però è fragilissimo, ogni momento che passa si incrina un po’ di più e c’è il rischio che vada in frantumi una volta per tutte. Ed è esattamente questo che Elf vorrebbe, una fine definitiva. Attendere il passare dei giorni è diventato troppo penoso, e non importa se è una pianista affermata famosa in tutto il mondo, non importa se ha un marito che la ama e un’intera famiglia che fa il tifo per lei. Ormai quelle incrinature ci sono, e dover tenere tutto insieme è troppo faticoso. Chissà a quando risale la prima crepa. Forse a quando il padre ha avvertito lo stesso peso e ha deciso di lanciarsi sotto un treno in corsa… Una storia che si ripete, una genetica inclemente e il filo della vita che a un certo punto sfugge dalle mani e se ne perde il senso.

Continua a leggere “Frammenti di cristallo”
libri

Panico a ondate

Non sono mai stata una grande lettrice di graphic novels, anche se ce ne sono moltissime che mi attraggono. Quella di cui sto per parlarvi mi ha letteralmente rubato il cuore. Si tratta della storia scritta da Brian Freschi e illustrata da Ilaria Urbinati, Il mare verticale (2020, Bao Publishing). Gli autori l’hanno dedicata “a chi non accetta di soccombere a una paura invisibile ma, a modo suo, la combatte e la comprende ogni giorno”. Eh sì, perché la paura è proprio il centro di tutto il racconto. Ma andiamo con ordine e facciamo conoscenza con la protagonista.

Continua a leggere “Panico a ondate”
libri

Convivere

Questo libro di Vittorio Lingiardi, Io, Tu, Noi. Vivere con se stessi, l’altro, gli altri (Utet, 2019), mi è stato prestato da qualcuno che mi ha detto: “è un libro che secondo me dovrebbero leggere tutti”. Per quanto il piacere della lettura, e il trovarci o meno qualcosa che risuoni in noi, sia un qualcosa di decisamente soggettivo, c’è di certo del vero in queste parole. Questo breve saggio di Lingiardi, autorevole psichiatra e psicoanalista, percorre infatti un cammino a tre tappe che riguarda tutti noi. Non a caso, l’opera fa parte della serie Dialoghi sull’uomo.

Continua a leggere “Convivere”
libri

Una terapia lunga dieci vite

Un alone oscuro avvolge ancora oggi alcuni temi, argomenti di cui si parla, ammesso che lo si faccia, a bassa voce e con occhi sfuggenti. Uno di questi è la psicoterapia, protagonista indiscussa del romanzo Dieci donne di Marcela Serrano (Feltrinelli, 2011, trad. di M. Finassi Parolo e T. Gibilisco).

Continua a leggere “Una terapia lunga dieci vite”