libri

Dall’inizio alla fine

Lo confesso, di Piero Scanziani non avevo mai sentito parlare prima che Utopia Editore lo aggiungesse al suo catalogo. Dato però che ho seguito questa casa editrice fin dai suoi primi passi nel mondo, so di potermi fidare ciecamente, quindi Avventura dell’uomo (2020) è stato ben presto fra le mie mani curiose.

“La vita è una sfida che nessuno di noi ricorda di aver accolto”, ci dice l’editor Gerardo Masuccio nella sua terza lettera a uno sconosciuto, in cui immancabilmente ci avvicina alla lettura dell’opera con parole di una potenza inaudita. È una frase che abbraccia tutti, e subito ci ritroviamo catapultati all’interno di questo saggio, del racconto minuzioso che Scanziani fa della vita dell’uomo, dall’inizio alla fine. Chi l’ha detto che i saggi non possano essere anche libri d’avventure? All’interno di queste pagine abita l’avventura più grande e folle di tutte: la nostra.

Il viaggio comincia dall’incontro, quello fra due persone che danno origine a una terza esistenza. Un’esistenza che, ancor prima di avere la coscienza di esistere, inizia semplicemente a essere, portando con sé il retaggio dei suoi genitori e di coloro che li hanno preceduti. “Nessuno nasce solo”. Fin dal principio, pur senza accorgercene, siamo parte di un tutto ben più grande della nostra singolarità, eppure, allo stesso tempo, nella nostra singolarità sta il tutto. Della nascita non conserviamo alcun ricordo, e pochi pure del periodo dell’infanzia, di cui restano mute testimoni solo le fotografie, unica prova di una stagione della vita che ben presto iniziamo a mitizzare, non fosse altro perché così lontana e diversa da ciò che percepiamo quando iniziamo a diventare grandi. Solo quando saliremo un’ulteriore gradino, ci renderemo conto che in realtà in quei giorni nebulosi laggiù c’è già tutto quello che noi siamo qui, oggi.

“Il tempo non passa, arriva”. E ogni anno che arriva porta con sé nuovi doni, per cui è con l’età che l’essere si compie. Dopo essere stati adolescenti e aver scoperto l’amicizia e l’amore, l’età adulta si impone e arrichisce l’animo dell’uomo presentandogli sempre nuove sfide. Solo dopo i cinquant’anni, l’uomo è uomo per davvero, lo si vede dalla vita che porta segnata sul viso. Scanziani, attraverso la sua narrazione, mostra implicitamente la bellezza e la gioia dell’ancorarsi alla vita, l’entusiasmo per l’avventura, rispondendo alle esplicite domande che Masuccio ci pone: “Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo? E perché ci ostiniamo a restare?”

Se nessun uomo nasce solo, oserei forse dire, anche, al contrario di quanto spesso è affermato, che nessun uomo muore solo. Quando lasciamo questo mondo, che lo si abbia abitato a lungo o solo per breve tempo, muore con noi tutto un universo, quello stesso che già portavamo dentro quando abbiamo esalato il nostro primo respiro. E, ancora, ci potremmo spingere un po’oltre, dicendo che dopotutto, forse, in senso lato, nessun uomo muore veramente, non del tutto almeno. Come ogni uomo nasce da un incontro, è anche nell’incontro con l’altro che continua a vivere, ed è lì che rimane, dopo.

Troviamo in ognuno un’avventura del nostro passato che ci accomuna, sorridiamo con loro a gioie che già abbiamo conosciuto, troviamo sui loro volti i nostri antichi tormenti. Ogni uomo che ci passa davanti, appena entra nel raggio del nostro sguardo, diventa un’anima e si mette ad esistere improvvisamente. Le anime sono scambievoli.

[…] Se spalanchiamo l’animo, i sentori degli altri ci penetrano. Gli altri si animano e diventano vivi, vivi esattamente come noi. Non è più la gente, sono gli uomini, sono me e te, tessuti insieme: io sono te, fratello.

Acquista il libro su Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...